• Pennsylvania State University, dipartimento di ingegneria edile

    Virtual Penn State Campus

    University Park, Pennsylvania, Stati Uniti

Sintesi del progetto

Progetto
Il campus University Park situato a State College in Pennsylvania è il più grande dei 24 campus della Pennsylvania State University, dotato di quasi 1.000 edifici e impianti con numerosi asset all'interno di ogni struttura. Per consentire ai responsabili delle strutture di localizzare gli asset e soddisfare le richieste di manutenzione del campus in maniera più efficiente, l'università ha avviato il progetto Virtual Penn State Campus e ha sviluppato una reality mesh del campus University Park che integra dati geospaziali e dati relativi agli ordini di lavoro per gli asset.

Soluzione
Il team di progetto ha generato in meno di due giorni una reality mesh 3D dettagliata e precisa a livello geospaziale dell'intero campus e dell'area circostante sulla base di 2.500 immagini aeree utilizzando ContextCapture e tecnologie di acquisizione della realtà, come la scansione laser 3D. Ha inoltre integrato i dati geospaziali e i dati relativi agli ordini di lavoro per gli asset ottenuti dal sistema informativo geospaziale e dal sistema computerizzato di gestione della manutenzione dell'università con la reality mesh in MicroStation. La reality mesh finale del campus è stata quindi archiviata in ProjectWise, a disposizione degli addetti alla manutenzione e del personale del campus, dove viene aggiornata in tempo reale per semplificare la gestione degli asset delle strutture del campus.

Risultato
Il team di progetto ha prodotto un modello virtuale completamente integrato che consente ai responsabili delle strutture di visualizzare i luoghi esatti degli ordini di lavoro e di migliorare i tempi di risposta e le prestazioni per una manutenzione e una gestione del campus più efficienti. Ciò consente inoltre un migliore processo decisionale senza bisogno di ispezionare fisicamente gli asset, poiché la reality mesh mostra i dettagli degli edifici come facciate e tetti. Il personale del campus può anche pianificare meglio gli interventi di manutenzione, comprese le risorse da ispezionare e i rischi per la sicurezza. Infine, la tecnologia della realtà virtuale permette di "spostarsi" in questo campus virtuale e di fruire di un'esperienza di visualizzazione immersiva.

Software
In qualità di interfaccia di archiviazione collaborativa, ProjectWise ha fornito l'accesso basato sul web al modello, eliminando la necessità di uno spazio di archiviazione sul computer e azzerando i tempi di trasferimento del modello. ProjectWise ha inoltre accelerato e migliorato la condivisione di informazioni accurate tra tutte le parti interessate, ottimizzando la gestione delle strutture e degli asset del campus. ContextCapture ha permesso al team di creare in modo facile e veloce una rappresentazione 3D dettagliata e precisa a livello geospaziale delle parti esterne degli edifici del campus. Questi dati sono stati integrati in una reality mesh 3D in Bentley WorkStation, consentendone la relativa ricerca.

Playbook del progetto: ContextCapture, MicroStation, ProjectWise
Risultati/dati
  • Il team di progetto ha prodotto un modello virtuale completamente integrato che consente ai responsabili delle strutture di visualizzare le ubicazioni esatte degli ordini di lavoro e di migliorare i tempi di risposta e le prestazioni per una manutenzione e una gestione del campus più efficienti.
  • La reality mesh mostra i dettagli esatti degli edifici come le facciate e i tetti, consentendo di prendere decisioni più veloci senza dover andare a ispezionare le risorse, risparmiando così tempo e denaro.
Citazione:
  • "L'iniziativa Virtual Penn State con l'uso di Bentley ContextCapture, iModel e ProjectWise per creare un modello accurato e completo del campus e integrare i dati CMMS ha prodotto vantaggi sia immediati che potenziali per il futuro per le attività di manutenzione dell'Office of Physical Plant. Uno dei vantaggi immediati è la possibilità di visualizzare le ubicazioni esatte degli ordini di lavoro e quindi migliorare i tempi di risposta e le prestazioni facendo intervenire i tecnici che si trovano più vicini ai luoghi interessati. Per quelli futuri, la disponibilità del modello virtuale consentirà di eseguire le ispezioni delle facciate e di sviluppare gli ordini di lavoro partendo dal modello del campus, in base agli interventi di riparazione critici che influiscono sulla sicurezza delle persone".

    Craig Dubler Responsabile del programma Facility Asset Management Pennsylvania State University