• Italferr

    Percorso per Napoli

    Apice, Benevento e Avellino, Italia

Sintesi del progetto

Progetto

Italferr ha progettato un prolungamento di 19 chilometri della tratta ad alta velocità, per un valore complessivo di 1,1 miliardi di euro, che si inserisce all'interno di un piano di miglioramento infrastrutturale e tecnologico della linea ferroviaria italiana. Il percorso si snoda da Napoli a Bari attraverso aree spesso soggette a frane. Il team di progetto, alla luce delle problematiche legate al terreno, ha deciso di implementare la metodologia BIM per stabilire il miglior percorso possibile.

Soluzione

Per ottimizzare il progetto, il team ha implementato un approccio BIM collaborativo durante lo sviluppo dell'intero percorso. I membri del team, nella fase di pianificazione e progettazione, hanno lavorato in un ambiente di dati connessi per gestire flussi multidisciplinari. Utilizzando le applicazioni interdisciplinari di Bentley, il team ha creato modelli progettuali 3D e li ha condivisi con tutti i partecipanti al progetto, migliorandone la collaborazione.

Risultati

Nel dicembre 2017 il team ha completato il progetto dell'intero percorso ferroviario. Le applicazioni Bentley hanno semplificato il processo di optioneering, consentendo al team di realizzare una soluzione ottimale in minor tempo e a costi ridotti. L'asse ferroviario consentirà l'accesso alla linea ad alta velocità Napoli-Milano, giocando un ruolo chiave nello sviluppo del Sud Italia.

Software

Il team ha utilizzato ProjectWise come piattaforma per l'ambiente di dati connessi, il quale ha fornito un controllo su tutti i documenti condivisi e ha consentito ai progettisti di distinguere chiaramente le versioni dei file. Descartes ha accelerato la produzione e l'elaborazione delle nuvole a punti al fine di raggruppare tutte le informazioni necessarie, mentre con OpenRail è stato possibile creare modelli 3D dei binari. Navigator ha consentito al team di lavorare su un solo modello federato per la rilevazione delle interferenze, prevenendo potenziali errori precedenti alla costruzione in cantiere.

Playbook del progetto: Descartes, gINT, LumenRT, MicroStation, Navigator, OpenRoads, OpenRail, ProjectWise

Risultati/dati
  • Italferr ha progettato un prolungamento di 19 chilometri che si inserisce all'interno di un piano di miglioramento infrastrutturale e tecnologico della linea ferroviaria.
  • Completato nel dicembre del 2017, l'asse ferroviario giocherà un ruolo chiave nello sviluppo del sud Italia.
  • L'impiego di ProjectWise come piattaforma per l'ambiente di dati connessi ha garantito un controllo su tutti i documenti condivisi e consentito ai progettisti di distinguere le varie versioni dei file.
  • Descartes ha accelerato la produzione e l'elaborazione delle nuvole a punti al fine di raggruppare tutte le informazioni necessarie, mentre con Power Rail Track è stato possibile generare modelli 3D dei binari.
Citazione:
  • "L'utilizzo della metodologia BIM tramite gli strumenti Bentley ha consentito una progettazione integrata dell'infrastruttura ferroviaria da ottimizzare, attraverso la condivisione interattiva dei dati gestita da ProjectWise. Inoltre, la creazione di un database unificato di tutti i modelli è stata essenziale poiché ne ha consentito il riutilizzo nelle fasi successive del progetto e come base per progetti analoghi. La possibilità di effettuare verifiche sulle interferenze, sia durante i lavori che sul progetto finito, ha facilitato la valutazione preventiva di qualsiasi discrepanza tra i vari modelli e lo snellimento del processo di risoluzione delle incongruenze, riducendo il numero e la mole delle revisioni e offrendo un processo di progettazione senza intoppi ed efficace."

    Daniela Aprea Ingegnere di progetto Italferr