• ITALDRON

    Rilievo della diga di Ridracoli con drone radiocomandato

    Bagno di Romagna - Santa Sofia, Forlì-Cesena, Italia

Sintesi del progetto

Progetto

Ultimata nel 1982, la diga di Ridracoli eroga acqua potabile a 48 comuni dell'Emilia-Romagna. Dei rilievi periodici raccolgono dati per modellare il comportamento statico e dinamico della diga, in modo da prevederne il deterioramento e pianificare la manutenzione preventiva. Questo progetto da 23.000 euro, frutto della collaborazione tra il proprietario della diga Romagna Acque, ITALDRON e l'Università di Perugia, mira a verificare la precisione della fotogrammetria da APR (aeromobili a pilotaggio remoto) confrontandola con i metodi di rilievo LiDAR terrestri.

Soluzione

Per ottenere dati di base, il team ha eseguito un rilievo topografico della diga e delle strutture ausiliarie mediante stazione totale, stazione GPS e scanner laser terrestre. Per delineare la zona su cui eseguire i rilievi aerei sono stati inoltre posizionati 175 obiettivi. ITALDRON ha impiegato sistemi di aeromobili a pilotaggio remoto (PRAS) su 19 voli per acquisire 4.600 immagini. Quindi, ha impiegato la funzione "Structure-from-Motion" (SfM) di ContextCapture per ricostruire la geometria della diga. Il software Bentley di modellazione realistica 3D ha generato dense nuvole di punti e modelli mesh 3D della diga e degli edifici ausiliari.

Risultato

Se confrontati con i risultati dei rilievi tradizionali, i dati ottenuti con i velivoli APR hanno superato ogni aspettativa. La precisione della fotogrammetria da APR può essere confrontata positivamente con il sistema LiDAR terrestre, con l'ulteriore vantaggio di fornire una migliore copertura a costi inferiori. Questa tecnica innovativa ha offerto una soluzione economica per l'acquisizione di dati 3D in tempi brevi. Adeguatamente calibrato e aggiornato, il modello risultante offrirà una migliore comprensione della risposta della diga alle condizioni ambientali, in particolare ai terremoti.

Software

La soluzione ContextCapture di Bentley ha prodotto modelli 3D realistici ed estremamente dettagliati delle infrastrutture esistenti, a partire da foto scattate con normali apparecchi fotografici. La tecnica SfM di elaborazione immagini ha allineato le fotografie 2D della diga e degli edifici secondari all'interno di uno spazio 3D georeferenziato, per creare modelli 3D delle strutture. La convalida dei risultati, mediante il confronto con la geometria progettuale nota, ha dimostrato che questa tecnica offre una rappresentazione precisa e realistica della diga e delle strutture ausiliarie.

Playbook di progetto: ContextCapture

Outcome/Facts
  • La diga di Ridracoli ad arco-gravità e doppia curvatura, con un'altezza di 103,5 metri e una larghezza di 432 metri, trattiene 33 milioni di metri cubi di acqua.
  • La fotogrammetria da APR si è rivelata una fonte economica di dati 3D precisi per la modellazione e la manutenzione preventiva della diga di Ridracoli.
  • I dati raccolti dagli APR avevano solitamente una precisione con un margine di 2 centimetri e talvolta di meno di 1 centimetro.
  • ITALDRON ha calibrato il modello realistico con le proprietà dei materiali ed ha assegnato carichi statici e dinamici per ottenere previsioni realistiche.
Quote:
  • "La sinergia tra sistemi aeromobili a pilotaggio remoto e ContextCapture è un connubio efficiente e ideale per l'acquisizione e la restituzione dei dati in 3D."

    Tommaso Solfrini Amministratore delegato ITALDRON